Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
iic_tirana

Presentazione del volume in lingua albanese LA TREGUA di Primo Levi

Data:

23/01/2018


Presentazione del volume in lingua albanese  LA TREGUA di Primo Levi

Giornata della Memoria

In collaborazione con la casa editrice Pegi viene presentato la versione in albanese La Tregua di Primo Levi (2018, trad. Aida Baro) alla presenza del prof.Giovanni Tesio, critico e curatore di numerose antologie e progetti editoriali, esparto di Primo Levi

La tregua di Primo Levi è il primo libro vincitore del Premio Campiello nel 1963. La storia è il seguito di Se questo è un uomo, una sorta di diario in cui lo scrittore racconta la riconquistata libertà dopo essere rimasto per più di un anno nei Lager nazisti.

La tregua racconta tutto il periodo successivo alla prigionia ad Auschwitz diPrimo Levi. Il libro comincia con l’arrivo delle truppe russe nel 1945 nel lager in cui si trovava Levi. Nel campo di concentramento erano rimasti in pochi, i malati per lo più.

Nonostante la liberazione, molti di loro muoiono nei giorni successivi, ormai debilitati nel corpo e nell’anima.
Primo Levi nel libro La tregua parla del suo recupero, dei suoi trasferimenti prima a Cracovia in una caserma di soldati italiani e poi in un campo di raccolta a Katowice. Lentamente l’uomo riesce a riconquistare le forze e fa amicizia con un intraprendente ebreo.

Quando la guerra finisce e i tedeschi sono sconfitti, negli ex detenuti si diffonde finalmente la speranza, ma tutti hanno nostalgia della propria casa e della famiglia, che sembrano ancora troppo lontani.

Lo scrittore Primo Levi nel libro La tregua parla del suo viaggio di ritorno, del dolore provato, della lenta rinascita accompagnata, però, da un triste pensiero: che la vita altro non sia che una tregua prima della morte.

Informazioni

Data: Mar 23 Gen 2018

Orario: Dalle 18:00 alle 19:30

Organizzato da : Istituto Italiano di Cultura e c.e. Pegi

In collaborazione con : Tulla - Culture Center

Ingresso : Libero


Luogo:

Tulla - Cultur Center a Tirana

714